Donne italiane esibizioniste

Donne italiane esibizioniste

Tempi duri per le donne esibizioniste italiane. È di pochi giorni fa una sentenza che stabilisce che, il diritto alla privacy, svanisce se non vengono prese le normali precauzioni.

Vi racconto brevemente la storia. Una donna italiana, con l'abitudine di fare la doccia con le finestre spalancate e la tenda della doccia aperta. Ad un certo punto si rende conto che il suo vicino di casa non solo la guarda ma la fotografa e la riprende mentre lei esibisce il suo corpo nudo. Quindi l'esibizionista decide di fare causa al suo guardone dirimpettaio per violazione della privacy.
Il giudice ha dato torto alla donna, motivando la sentenza col fatto che, se lei avesse tenuto davvero alla privacy, come minimo avrebbe provveduto a chiudere la tenda della doccia.
Purtroppo i quotidiani che hanno riportato la notizia non hanno risposto alle domande che, un pervertito come me avrebbe posto. Ad esempio, il guardone, quelle foto e quei video, potrà utilizzarli, pubblicarli legalmente su internet? Onestamente le mie ricerche non hanno dato la risposta che cercavo, se siete interessati all'argomento, provate a fare una ricerca sul web basandovi sui dati che vi ho fornito.

Probabilmente, alcuni di voi, sono in perfetta sintonia con la sentenza del giudice. Io, no. Un po' perché non conosco tutta la storia. Ma, soprattutto, perché nella vita, anche le donne esibizioniste, anche quelle più troie, anche quelle che si mostrano nude, fanno sesso alla finestra, sul balcone o in luoghi ancora più pubblici, hanno diritto di cambiare idea. Vi faccio un esempio: “pochissimo tempo fa, mi ha scritto una giovane donna esibizionista, molto porca, di cui avevo pubblicato, non solo io, ma numerosi siti, le sue foto maiale amatoriali. Era disperata perché si stava per sposare e aveva paura che, prima o poi, il suo futuro marito o qualche amico di lui, avrebbe potuto scoprire quelle foto da troia”. Ovviamente le ho cancellate, senza farmelo chiedere due volte. Questo perché sono convinto che, nella vita, si abbia il diritto di cambiare il proprio comportamento, non che ci si debba pentire per quello che si è fatto, ma perché, giusto o sbagliato che sia, ci si evolve.


donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste
donne italiane esibizioniste

Torna su!

Tags: Esibizionismo